Home > Limba sarda, Scièntzia > S’impreu de su sardu, inter matemàtica, filosofia e sessualidade.

S’impreu de su sardu, inter matemàtica, filosofia e sessualidade.

.
de Robertu Carta
.

.

La polemica sull’uso e quale uso della lingua sarda continua da cinquanta anni, precisamente da quando Michelangelo Pira ideò la trasmissione radiofonica “Sardegna tra due lingue” per parlare, appunto, di bilinguismo. Le 16 conversazioni di Pira furono trasmesse da Radio Cagliari tra la fine del 1963 e l’inizio del 1964.  Se il presente della lingua è già «passato», “Sardegna tra due lingue” è un reperto archeologico che misura un’infedeltà piuttosto che un’identità e una continuità.

Io, in materia, la penso piuttosto semplicemente. Una lingua è lingua quando con essa si possono nominare le cose più elementarmente umane, quando l’idioma possiede un vocabolario ricco per descrivere le azioni più popolari e comuni.  Ad esempio, è possibile insegnare la matematica in sardo? L’algebra e la geometria sono l’abc delle materie cosiddette scientifiche, se è possibile insegnare questi due filoni matematici ricorrendo all’uso del sardo allora dovrebbe essere possibile allargare il campo, ad esempio, alla fisica e alla chimica. Ho la fortuna, e se volete la capacità, essendo spesso chiamato a contribuire alla buona riuscita scolastica di ragazzi del mio paese iscritti alle scuole superiori, di fare lezioni di matematica usando la lingua sarda. Sapete cosa vi dico?…

Advertisements
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: